Carsuale: le nuove emergenze archeologiche

Che cosa è contemporaneo nell’antichissimo? Proprio il fatto che qualcuno lo “ripeta”.
La possibilità di essere attratti, catturati da uno sguardo umano che si ripete.

Stampa

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *